Archivi del mese: giugno 2005

Metti

Metti che sto dormendo sul divano
Metti che un mio amico mi chiama e mi sveglia
Metti che dopo un quarto d’ora sono in macchina con lui
Metti che ci si dice “Non facciamo tardi”
Metti che so già che faremo tardi
Metti che mi scarrozza a Milano
Metti che passiamo la serata a chiaccherare
Metti che faccio una cosa che non faccio mai… parlo di me
Metti che lui ascolta mi guarda e mi dice “cogliona”
Metti che alle tre del mattino siamo sotto casa mia
Metti che alle tre e mezza lui mi dica cose che il mio cuore sa già
Metti che una volta ogni tanto io “ascolti” quello che non voglio
Metti che alle quattro lo saluto e vado a letto
Metti che goccie saline non trovano l’uscita
Metti che mi “veda” bloccata davanti a quel cancello assurdo
Metti che so che dovrò buttarlo giù con una “spallata”…
Metti che so che a buttarlo giù mi farò del male…
Metti che so che comunque è la cosa giusta…
Metti che facendo la cosa giusta avrò giorni bui
Metti che oggi, domani e dopo… avrò paura del “buio”

Metti che so che la fine del buio è la luce